Mi viene riferito che alla prima di una commedia popolare che parla dei risparmiatori truffati di Banca Etruria, patrocinata dal Sindaco di Pratovecchio Stia (Ar),  desse bella mostra di sè, accanto al palco, un mezzo blindato della polizia, con profusione di militari pronti, come sempre, a difendere il territorio dalla costola estremista dei risparmiatori di Al Qaeda.

E’ bastato un post su Facebook, dove esprimevo le mie perplessità su una commedia che vorrebbe affrontare il dramma dei risparmiatori (tra un piatto di pici ed un bicchiere di vino) a mettere in allarme l’intera questura. E allora, è proprio il caso di dirlo, il terrore corre sul web, a suon di post su Facebook..

Massima solidarietà ai militari che quindi senza dubbio hanno dovuto seguire l’intera commedia, a suon di vernacoli aretini, in attesa dell’agguato dei militanti di al Qaeda. E comunque sempre meglio che trovarsi nelle zone più calde di Arezzo dove regna criminalità di ogni tipo.

Mi sono divertita a fare la locandina dell’incredibile film a regia del Questore di Arezzo, che teme più cartelli e contestazioni contro il governo che spaccio e violenza perpetrati quotidianamente nella città di Arezzo.

Si va parecchio ma parecchio male.

Condividi: